Caso De Magistris

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Caso De Magistris

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:53 pm

La modalita' attuativa delle perquisizioni domiciliari eseguite nei confronti dei magistrati di Catanzaro, nell'ambito del caso De Magistris, "e' avvenuta secondo le regole". Ad affermarlo all'ADNKRONOS e' stato l'avvocato Francesco Dambrosio, legale del procuratore capo di Salerno Luigi Apicella e dei sei sostituti accusati di abuso in atti di ufficio e interruzione di pubblico servizio.

di (Zca/Zn/Adnkronos)

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Di Pietro, nessuna guerra per bande

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:54 pm

'Non esiste una guerra tra bande', afferma Antonio Di Pietro sui contrasti tra le procure di Salerno e di Catanzaro. 'Fa male l'informazione - aggiunge - a mettere sullo stesso piano vicende totalmente diverse'. 'C'era una magistrato che ha cercato di fare il suo dovere, De Magistris, e ha pagato le conseguenze. La Procura di Salerno va lasciata lavorare, non va criminalizzata dicendo che e' una guerra tra bande. Sono senza se e senza ma a favore di De Magistris'.

(ANSA)


Ultima modifica di stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:58 pm, modificato 1 volta

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Catanzaro: Alfano Su Caso De Magistris, Apprezzamento Per Tempestivita' Csm

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:54 pm

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano esprime "apprezzamento per la tempestivita'" con cui il Csm ha deciso sul caso De Magistris, dopo le audizioni di oggi delle toghe di Salerno e Catanzaro. Il Guardasigilli ora auspica la stessa tempestivita' nell'invio degli atti "per i profili di mia competenza".

di (Mrg/Opr/Adnkronos)


Ultima modifica di stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:59 pm, modificato 1 volta

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Catanzaro: Bergamo Su Caso De Magistris, Da Csm Patto Formale Senza Logiche Dilatorie

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:56 pm

La decisione della prima Commissione di aprire la procedura di trasferimento d'ufficio per incompatibilita' ambientale e funzionale nei confronti del procuratore di Salerno, Luigi Apicella e del pg di Catanzaro Enzo Iannelli "non e' un giudizio" cosi' come la decisione di ascoltare martedi' prossimo altri pm dei due uffici. Lo ha dichiarato il presidente della prima Commissione del Csm Ugo Bergamo, nel corso della conferenza stampa, sottolineando che si tratta di "patto formale che credo sia da apprezzare perche' avviene senza logiche dilatorie e senza attendere che altre pressioni e autorita' possano influenzare le decisioni".

di (Mrg/Opr/Adnkronos)


Ultima modifica di stefano24 il Dom Dic 07, 2008 11:01 pm, modificato 1 volta

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

De Magistris: Alfano, bene Csm

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:56 pm

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano commenta positivamente la decisione presa oggi dalla prima commissione del Csm. 'Apprezzo la tempestivita' del Csm - ha detto il Guardasigilli - spero che con altrettanta tempestivita' mi inviino le documentazione per i profili di mia competenza'. Alfano, titolare dell'azione disciplinare assieme al pg della Cassazione, chiede dunque al Csm di avere le trascrizioni delle audizioni di oggi per decidere su eventuali atti di incolpazione.

(ANSA)


Ultima modifica di stefano24 il Dom Dic 07, 2008 11:02 pm, modificato 1 volta

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Catanzaro: Caso De Magistris, Martedi' Altro Giro Audizioni Al Csm

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:57 pm

Proseguiranno martedi' prossimo, al Csm, le audizioni delle toghe catanzaresi e salernitane, sullo scontro nato dalle due Procure sul caso De Magistris. Martedi' 9 dicembre tocchera' ad altri pm delle due procure. A partire da quella di Catanzaro, dove ad essere ascoltati saranno Salvatore Curcio, Alfredo Garbati e Domenico De Lorenzo, titolari dell'inchiesta 'Why not' e firmatari del sequestro del fascicolo. Nel pomeriggio invece tocchera' ai pm salernitani Gabriella Nuzzi, Dionigio Verasani, Antonio Centore, Patrizia Gambardella, Roberto Penna e Vincenzo Senatore. Tutti magistrati che hanno partecipato al sequestro e alle perquisizioni svolte presso la Procura di Catanzaro e nelle abitazioni di pm calabresi.

di (Mrg/Gs/Adnkronos)


Ultima modifica di stefano24 il Dom Dic 07, 2008 11:02 pm, modificato 1 volta

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Caso De Magistris, Trasferimento Per Apicella e Iannelli

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 10:59 pm

La prima Commissione del Csm ha deciso all'unanimità di aprire la procedura di trasferimento di ufficio per incompatibilità ambientale e funzionale nei confronti del procuratore di Salerno Luigi Apicella e del procuratore generale di Catanzaro Enzo Iannelli. La decisione è stata presa dalla prima Commissione dopo le audizioni di oggi delle toghe catanzaresi e salernitane, sul caso De Magistris.

A dare la notizia è stato in conferenza stampa il presidente della prima Commissione Ugo Bergamo, il quale ha spiegato che l'intervento del Csm è stato "tempestivo". Bergamo ha aggiunto che questo "è un passo importante per restituire al Consiglio autorevolezza e soprattutto credibilità alla magistratura". Prima della decisione Bergamo aveva ammesso: "La tensione è notevole ed è palpabile anche la sofferenza dopo gli episodi vissuti della vicenda di Catanzaro che hanno prevaricato l'aspetto processuale".

La prima commissione del Csm ha ascoltato per circa un'ora e mezza i pg di Salerno e Catanzaro, Lucio Di Pietro ed Enzo Iannelli. Successivamente sono stati sentiti tra gli altri i presidenti di Corte d'Appello Matteo Casale (vicario a Salerno) e Pietro Antonio Sirena (Catanzaro).

Dalle audizioni dei magistrati, dopo lo scontro nato tra le Procure di Salerno e Catanzaro sul caso De Magistris, è emerso che nel corso delle perquisizioni domiciliari disposte dalla Procura di Salerno, alcuni magistrati di Catanzaro sarebbero stati addirittura fatti denudare. Un particolare che sarebbe stato rivelato dal procuratore generale di Catanzaro, Enzo Iannelli, durante l'audizione davanti alla Prima Commissione del Csm sul caso De Magistris. Inoltre gli stessi magistrati sarebbero stati sottoposti anche ad altre sconcertanti 'situazioni' per verificare l'eventuale occultamento di documentazione. Uno dei sostituti di Catanzaro che sarebbe stato costretto a denudarsi durante la perquisizione nella sua abitazione, è Salvatore Curcio, che nell'ambito dell'indagine avviata dalla Procura della Repubblica di Salerno ha ricevuto un avviso di garanzia, così come altri colleghi.

Iannelli ha sottolineato che in casa Curcio i militari avrebbero anche controllato gli zaini che i figli del magistrato utilizzano per la scuola, ispezionando anche altre cose non direttamente nelle disponibilità del pm. Prima di entrare al Csm per la sua audizione il Procuratore capo di Catanzaro, Antonio Lombardo, ha sottolineato: ''Noi abbiamo la coscienza a posto e speriamo con oggi di spegnere l'incendio''.

Dopo le indiscrezioni emerse dalle audizioni dei magistrati di Salerno e Catanzaro al Csm, il vice presidente di Palazzo dei Marescialli Nicola Mancino ha commentato: "Sono venute fuori cose sconcertanti". Mancino, che oggi non è al Csm ma nella sua casa in Campania è rimasto in continuo collegamento telefonico con il Csm, in particolare con Bergamo e il segretario generale Carlo Visconti.

Adnkronos


Ultima modifica di stefano24 il Dom Dic 07, 2008 11:02 pm, modificato 1 volta

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Csm avvia iter trasferimento procuratore Salerno e Pg Catanzaro

Messaggio Da stefano24 il Dom Dic 07, 2008 11:01 pm

La prima commissione del Csm ha deciso oggi all'unanimità di aprire un procedimento di incompatibilità funzionale e ambientale per il procuratore di Salerno Luigi Apicella e per il procuratore generale di Catanzaro Enzo Iannelli in merito allo scontro fra i due uffici giudiziari sul sequestro degli atti dell'inchiesta "Why Not".

Lo ha detto il presidente della prima commissione del Consiglio Superiore della Magistratura, Ugo Bergamo, in una conferenza stampa trasmessa dalle tv, al termine dell'audizione di oggi dei magistrati delle due procure.

"L'avvio della procedura non è un giudizio sulla sussistenza o meno della incompatibilità ambientale o funzionale, è un giudizio di potenziale sussistenza che va approfondito, e un passo formale che credo sia da apprezzare avvenga con questa immediatezza, senza logiche dilatorie", ha detto Bergamo.

L'obiettivo della Commissione è di completare questa fase di valutazione "entro poche settimane" per provare a riportare la serenità negli uffici giudiziari coinvolti.

La Commissione consegnerà le conclusioni al plenum del Csm, che deciderà se vi è o meno l'incompatibilità e, in tal caso, potrà disporre il trasferimento dei magistrati coinvolti ad altra sede.

"Trascinare queste vicende per mesi non sarebbe utile a nessuno e non lo faremo", ha detto Bergamo.

Il Csm, organo di autogoverno della magistratura, non ha il compito di promuovere una eventuale azione disciplinare, che spetta invece al ministero della Giustizia.

TENSIONE "SENZA PRECEDENTI"

I motivi della decisione di oggi - ha proseguito Bergamo - sono riferiti alla tensione tra le due procure "mai registrata prima nella storia del paese".

Le procura di Salerno ha dichiarato oggi di non aver voluto creare "alcuno scontro" con i colleghi di Catanzaro nel disporre il sequestro degli atti delle inchieste "Why not" e "Poseidone" - in cui erano indagati tra gli altri l'ex- Guardasigilli Clemente Mastella e l'ex-premier Romano Prodi - avocate al pm Luigi de Magistris.

De Magistris - che è stato successivamente allontanato da Catanzaro e trasferito a Napoli - ha presentato tempo fa una denuncia alla procura di Salerno su presunti illeciti nella procedura di avocazione.

In seguito all'inchiesta nata dall'esposto, martedì scorso i magistrati campani hanno disposto perquisizioni e sequestri presso la procura calabrese, nonché notificato avvisi di garanzia a diversi magistrati.

Due giorni dopo si è appreso che la procura di Catanzaro aveva a sua volta disposto il sequestro degli atti e iscritto nel registro degli indagati sette pm salernitani per abuso d'ufficio.

Definendo "senza precedenti" il clima tra le due procure, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che è anche capo del Csm, ha chiesto ai due uffici di trasmettere "ogni notizia o atto utile" per cercare di risolvere l'impasse.

La commissione del Csm comunicherà martedì prossimo agli interessati il testo esatto della motivazione per cui si apre il procedimento e ha deciso di convocare nella stessa giornata i titolari nelle rispettive procure dei procedimenti a carico dei colleghi.

(Reuters)

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 34
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caso De Magistris

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum