Destino o volonta?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Destino o volonta?

Messaggio Da stefano24 il Sab Nov 29, 2008 4:04 pm

La nostra vita è il nostro destino o il destino della nostra vita?
Bando ai giochi di parole vi propongo un'argomento...
Se io faccio degli errori nella vita, oppure trascorro un periodo non proprio giusto per me, per poi accorgermi di aver sbagliato e rimediare, si può dire che è volontà o destino? E' possibile che ogni cosa al suo tempo debba accadere/ci destinata a svolgersi in quel determinato periodo o occasione? Dunque non saremo noi ad decidere per noi stessi, ogni evento, ogni azione ha una sua precisa reazione o conseguenza.
Non siamo altro che spettatori di questa enorme sceneggiatura che chiamiamo vita.

stefano24
Admin

Maschile
Numero di messaggi : 153
Età : 33
Località : roma
Data d'iscrizione : 23.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Destino o volonta?

Messaggio Da Ultimotemplareterra il Dom Nov 30, 2008 8:16 pm

Come al solito si sviluppa un equilibrio tra le energie che utiliziamo per realizzare quello che vogliamo e quello che effettivamente ci succede.
La cosa importante secondo me è sviluppare una volontà propria e focalizzata che non si spezzetti o si annulli per la mancanza di consapevolezza delle sue dinamiche.
Hillman afferma che ognuno ha un Daimon che spinge il destino di una persona verso quello che avrebbe deciso di sviluppare nella sua vita.
Per accettare questo Daimon che nel suo libro "Il codice dell'anima" descrive in modo meraviglioso, occorre accettare la possibilità di una energia che rimane immortale nell'uomo.
Una specie di luce che sopravvive facendo tesoro dell'esperienza vissuta e decidendo di reincarnarsi per continuare il suo percorso evolutivo.
Questo potrebbe definirsi un destino che ci segna dalla nascita e ci permette tramite coincidenze apparentemente casuali di arrivare alla meta o per lo meno incamminarsi verso questa meta.
A questo occorre anche ricordare che la parte creativa dell'uomo è anche quella che permette di mettersi in contatto con una specie di coscienza cosmica che sarebbe il calderone da dove arrivano queste anime.
Ormai anche scientificamente si è intuito che questo universo pare essere un ologramma fatto proprio con lo scopo di prendere consapevolezza.
Una componente fondamentale che rende l'evoluzione possibile nonostante queste energie tese verso una meta è il libero arbitrio.
Che cosa potrebbe essere il libero arbitrio se non la volontà stessa che smuove energie mentali e fisiche per raggiungere un obbiettivo?
L'argomento non è facile da sviscerare in poche parole ma spero di aver fatto una sintesi sufficiente per dipanare la mia opinione.
Razz

Ultimotemplareterra

Maschile
Numero di messaggi : 42
Età : 45
Località : Lissone (Milano)
Occupazione/Hobby : Perito chimico / Ricercatore
Data d'iscrizione : 24.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum